Disturbi dell’età evolutiva - Salvator Mundi International Hospital
MENUMENU
  • Brain Clinic >  Disturbi dell’età evolutiva

    Presso la Brain Clinic SMIH è attivo anche il servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza – Developmental Psychiatry.

    L’approccio ai disturbi mentali in età evolutiva (5-18 anni) richiede una profonda conoscenza dello sviluppo neurofisiologico, neuropsicologico, emotivo e sociale del bambino a partire dalle relazioni precoci fino all’adolescenza.

    Il neuropsichiatra infantile, così come lo psicologo e il neuropsicologo dell’età evolutiva, possiede una potente visione evolutiva che consente non solo di fare diagnosi e trattare i disturbi psichiatrici in queste particolari fasi della vita, ma anche di costruire progetti di prevenzione che tengano conto dei fattori di rischio e di protezione che caratterizzano la storia di vita di quel particolare bambino o adolescente o di quella particolare famiglia.

    Il Salvator Mundi International Hospital, cogliendo l’importanza terapeutica e preventiva di quest’area clinica e di ricerca, ha organizzato un servizio dedicato alla diagnosi, al trattamento e alla prevenzione del disturbo psichiatrico e neuropsicologico in età evolutiva.

    Il servizio di neuropsichiatria infantile SMIH è composto da neuropsichiatri infantili, psicologi dell’età evolutiva e neuropsicologi e si avvale anche della presenza di logopedisti e terapisti della psicomotricità.

    La psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza si occupa infatti anche di quei disturbi di apprendimento e del linguaggio che rappresentano una delle maggiori cause per le quali ci si rivolge al servizio di neuropsichiatria infantile e un importante fattore di rischio per lo sviluppo precoce della psicopatologia depressiva e ansiosa.

    Aree di intervento

    L’intervento integrato (diagnosi, trattamento e riabilitazione) del servizio di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza SMIH interviene su tre grandi aree evolutive:

    Relazione precoce madre-bambino (dai primi mesi)

      • disturbi dell’attaccamento;
      • disturbi della regolazione;
      • disturbi precoci dell’alimentazione;
      • disturbi del sonno;
      • disturbi psicosomatici.

    Bambini dai 5 ai 13 anni (preadolescenza)

      • disabilità intellettiva;
      • disturbi di apprendimento specifici e non;
      • disturbi del linguaggio;
      • disturbi da tic;
      • sindrome di Tourette;
      • disturbi del movimento;
      • disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD);
      • enuresi, encopresi;
      • disturbo post traumatico da stress;
      • depressione;

      • ansia generalizzata e da separazione;
      • disturbo ossessivo compulsivo;
      • disturbo della condotta;
      • fobie specifiche e fobie scolari;
      • disturbo di somatizzazione;
      • disturbo dell’alimentazione;
      • psicosi precoci, mania giovanile;
      • disturbo oppositivo provocatorio e della condotta.

    Adolescenti (13-18 anni)

      • depressione;
      • disturbi d’ansia;
      • disturbo ossessivo compulsivo;
      • disturbi dello spettro schizofrenico;
      • disturbo schizoaffettivo;
      • disturbo bipolare;
      • ideazione suicidaria;
      • disturbi di personalità in adolescenza: borderline, narcisistico, evitante, schizoide, schizotipico, ossessivo-compulsivo, paranoico, personalità esplosiva.

    Il servizio di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, dunque, tratta problematiche riguardanti specifiche aree cliniche e di ricerca come:

      • disturbo di apprendimento e del linguaggio nel bambino;
      • esordio psicotico nel bambino e nell’adolescente;
      • disturbo ossessivo-compulsivo del bambino e dell’adolescente;
      • dipendenza da internet negli adolescenti
      • sindrome da menomazione sociale dell’adolescente caratterizzata da almeno due dei seguenti sintomi: abbandono scolastico, dipendenza da internet, isolamento sociale, sintomi ossessivi, aggressività e tirannia intrafamiliare.

    Presso la Brain Clinic SMIH si offre supporto anche alle famiglie dei bambini e degli adolescenti, fornendo tra l’altro un servizio di counseling genitoriale e di coppia.

    Percorso diagnostico integrato

    Il servizio di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza offre l’opportunità di effettuare l’intero percorso diagnostico.
    Dopo la prima visita utile ad orientare il protocollo diagnostico, vengono effettuati colloqui con i genitori e con il paziente; viene eseguita una batteria di test (intellettivi, neuropsicologici, proiettivi, nosografici) specifica per quel determinato caso e, se necessario, si programmano indagini di laboratorio, elettroencefalogramma di veglia o sonno, neuroimaging.
    Nel colloquio di risposta verrà condiviso con il paziente ed i familiari il progetto terapeutico e riabilitativo.
    Per quanto riguarda l’area psichiatrica, il trattamento è integrato:

      • psicoterapeutico: individuale, familiare, di gruppo;
      • farmacologico: in determinati casi, anche in età evolutiva, bisogna prevedere l’uso di farmaci che eventualmente saranno somministrati con il consenso informato dei genitori e del paziente soprattutto se adolescente;
      • riabilitazione: a volte è necessario affiancare al paziente figure di riferimento non psicoterapeutiche (compagno adulto, tutor didattici che fanno sempre parte dell’equipe del Salvator Mundi) che gestiscano, insieme al ragazzo, aree di socializzazione e studio.

    Per quanto riguarda l’area neuropsicologica, il trattamento si basa su:

      • Logopedia;
      • Psicomotricità;
      • Tutoraggio didattico

    Equipe integrata

    L’equipe del servizio di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza è composta da diverse figure professionali specializzate che collaborano in modo integrato: neuropsichiatra infantile; logopedista; piscomotricista; psicoterapeuta; tutor disponibile anche per interventi a domicilio.