Antibiotico-resistenza: intervenire presto a livello globale per una “giusta misura” - Salvator Mundi International Hospital
MENUMENU
    • 12 GIU 19
    Antibiotico-resistenza: intervenire presto a livello globale per una “giusta misura”

    Antibiotico-resistenza: intervenire presto a livello globale per una “giusta misura”

    La resistenza agli antibiotici rappresenta una seria problematica globale che mette a repentaglio secoli di progressi nel campo della sanità e di successi negli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG Sustainable Development Goals: 17 obiettivi posti dal governo Statunitense).

    L’utilizzo scorretto ed eccessivo di antimicrobici esistenti sia negli esseri umani, che nel mondo animale e vegetale, stanno accelerando lo sviluppo e la diffusione della resistenza antibiotica.

    Secondo il Report elaborato dall’IACG (Interagency Coordination Group on Antimicrobial Resistance) per il Segretariato Generale delle Nazioni Unite in diversi paesi nel mondo sono stati riscontrati livelli allarmanti di antibiotico-resistenza, con il risultato che le malattie comuni stanno divenendo incurabili e che le procedure mediche salvavita si stanno facendo sempre più rischiose. A meno che il mondo non agisca repentinamente, la resistenza antimicrobica avrà un impatto disastroso sulla prossima generazione. Le malattie farmacoresistenti – come si legge nel report – hanno già causato al livello globale circa 700.000 morti, incluse le 230.000 morti da tubercolosi multi-resistente ai farmaci, una cifra che potrebbe salire, secondo il peggiore dei casi, a 10 milioni di morti all’anno entro il 2050 se non verranno messi in atto i provvedimenti e gli investimenti necessari.

    Una valida azione come “Salute Unica”, ovvero la presa di coscienza che esiste un’interdipendenza tra salute umana, animale e ambientale (“One Health”), è essenziale per rendere partecipi e unire tutti gli stakeholdes in una visione collettiva con obiettivi comuni.

    Rinforzare le misure igieniche, la prevenzione e il controllo delle infezioni nelle strutture ospedaliere è fondamentale per minimizzare la possibilità di trasmissione di malattie e l’emergenza della resistenza antimicrobica.

    Nel mondo ancora molte persone non hanno accesso agli antibiotici e questo non aiuta a debellare la diffusione di malattie infettive sia negli uomini che negli animali.
    Garantire da un lato l’accesso equo ed economico agli agenti antimicrobici e dall’altro il loro uso responsabile sono aspetti necessari per una corretta risposta globale alla resistenza antimicrobica.
    Tutti i gruppi degli stakeholder – inclusi i governi, le società civili e il settore privato – hanno bisogno di essere coinvolti e collaborare in uno sforzo senza precedenti basato su visione e obiettivi comuni quali:

      1. Accelerare il progresso in tutti i paesi
      2. Fare innovazioni per garantire un futuro senza antibiotico-resistenza
      3. Collaborare con azioni effettive
      4. Investire per una risposta sostenibile
      5. Rafforzare l’obbligo di azione e di governo globale

    Una maggiore attenzione e sensibilità verso questo problema aiuterà a salvare milioni di vite ed assicurerà la generazione futura dalla resistenza agli antibiotici.