Mammografia con Tomosintesi - Salvator Mundi International Hospital
MENUMENU

Mammografia con Tomosintesi

Mammografia digitale con tomosintesi: cos'è

La mammografia digitale con tomosintesi è una radiografia di ultima generazione che permette uno studio stratigrafico in 3D della mammella ed il cui risultato diagnostico è più efficace rispetto alla mammografia convenzionale.
Attraverso la compressione del seno tra due lastre, consente di individuare la presenza di formazioni tumorali anche in fase precocissima.
La modalità con tomosintesi presenta i seguenti vantaggi:

    • Una percentuale superiore al 40% nell’individuazione di lesioni invasive al seno
    • Diminuzione fino al 40% di falsi positivi e cioè artefatti di immagine radiologica, con conseguente riduzione di allarme per le pazienti e di inutili costi per ulteriori test di approfondimento diagnostico (ago-aspirati, biopsie, RM) non necessari
    • Netto miglioramento nella valutazione, rispetto alla mammografia classica, del seno denso a componente fibro-adiposa, tipico nei soggetti in giovane età, permettendo il rilevamento di lesioni per lo più impercettibili alla mammografia tradizionale in 2D.
    • Durata di scansione velocissima, solo di pochi secondi

Mammografia digitale con tomosintesi: quando eseguirla

Viene eseguita quando, alla palpazione della mammella, si avverte la presenza di uno o più noduli che richiedano un approfondimento diagnostico. La mammografia è inoltre fondamentale in fase di screening preventivo, ossia per tentare di diagnosticare la neoplasia in fase iniziale in soggetti a medio ed alto rischio di patologia tumorale della mammella.

Mammografia digitale con tomosintesi: come si svolge

Alla paziente viene richiesto di rimanere in piedi ed adagiare il proprio seno su una lastra che viene posizionata in base all’altezza della paziente stessa, rimanere immobile fino a che la piastra sovrastante e parallela si abbasserà e comprimerà la mammella per qualche momento, per permettere alle proiezioni, della zona analizzata, di essere registrate.
Questo esame non ha particolari controindicazioni e non è doloroso, tuttavia può causare un leggero fastidio durante la compressione.
Non è richiesta alcuna preparazione ma si consiglia di evitare di effettuarlo poco prima o durante il mestruo, data la particolare tensione mammaria; così come è sconsigliato l’uso di deodoranti e/o polveri ascellari.
E’ una procedura molto veloce, la cui durata totale è di circa 5 minuti.