Ricerca & innovazione - Salvator Mundi International Hospital

Ricerca & innovazione

Salvator Mundi International Hospital è da sempre luogo di cura rispettoso delle tradizioni, ma aperto e interessato alle innovazioni, nella logica che ben rappresenta il nostro motto “Scientia et Humanitas”.

Questo impegno ha preso molte forme ed è diventato per noi un modo per guardare al futuro con entusiasmo e ottimismo. Nel 2014 si è infine concretizzato nella costituzione di un’unità di Ricerca & Sviluppo interna alla struttura. Perché solo con un approccio dinamico e orientato al futuro è possibile individuare le migliori tecniche disponibili e, quando possibile, lavorare al loro miglioramento e alla individuazione di nuove e più efficaci soluzioni per i nostri pazienti.

Questo orientamento, oltre a fornire interessanti contributi alla crescita culturale, tecnologica e clinica delle nostre attività, è anche simbolo del nostro sforzo costante nella ricerca delle migliori soluzioni e degli standard internazionali, le “best practice”, di cui disponiamo per la cura dei nostri pazienti.

Ciò si traduce in un lavoro di continua innovazione dei processi diagnostici, terapeutici e assistenziali. Ma anche nello sviluppo di alcune aree di ricerca e sviluppo strategiche.

Tra queste citiamo la “medicina elettromagnetica” una delle più promettenti aree di trasferimento della conoscenza biofisica nella pratica clinica. Su questo tema SMIH è impegnata da molti anni e chi è interessato può analizzare le nostre attività in un dettaglio maggiore nella relativa sezione.

SMIH R&D è anche impegnata sul fronte della Telemedicina: crescente disponibilità di soluzioni di telerilevamento dei parametri vitali (remote sensing), consente infatti di proporre nuovi servizi che permettono di migliorare la qualità delle cure con costi ridotti e minore impatto sulla vita del paziente. Sensori indossabili connessi attraverso semplici piattaforme di comunicazione a sistemi di controllo, consentono di monitorare in tempo reale i parametri vitali (la situazione clinica) e, al contempo, di attivare e di gestire eventuali azioni di intervento sanitario. La clinica ha avviato partnership con primarie aziende internazionali per offrire soluzioni ottimali nel campo della telemedicina e continua a lavorare in questo ambito in diversi scenari di ricerca e sviluppo.

Infine, vale la pena citare un’altra area di notevole interesse per la nostra struttura: il controllo delle infezioni nosocomiali. In questo campo da alcuni anni è in atto un programma di ricerca e analisi dei modelli che meglio consentono di valutare e controllare potenziali episodi di infezioni nosocomiali presso la clinica. Questa attività ha una doppia valenza: una di tipo scientifico, legata all’individuazione di modelli ottimali e, l’altra, di operatività nelle prassi sanitarie correnti. Nell’ambito di questo programma, è stata avviata una partnership con la fondazione Dani di Giò. La fondazione ha concesso una borsa di studio annuale a supporto del programma, grazie alla quale una specialista svolge uno specifico ruolo di supervisione epidemiologica nella clinica.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.