Oculistica pediatrica - Salvator Mundi International Hospital
MENUMENU
  • Eye Clinic >  Oculistica pediatrica

    Eye Clinic SMIH è al servizio anche dei pazienti più piccoli. Nella nostra struttura operano specialisti esperti nella diagnosi e nel trattamento delle patologie oculari dell’età pediatrica.

    Le principali patologie oculari dell’età pediatrica trattate in Eye Clinic SMIH

    Strumentazione non invasiva per autorefrattometria binoculare pediatrica

    Come prevenire e diagnosticare le patologie oculari dell’età pediatrica

    Screening neonatale

    Si tratta di una visita specialistica, quindi esame obiettivo, osservazione degli annessi oculari e del riflesso rosso retinico mediante l’esame del fondo oculare. L’obiettivo di tali screening è la prevenzione, per poter escludere patologie come ptosi congenita, cataratta congenita, glaucoma congenito, coloboma retinico, retinopatia del prematuro (ROP), retinoblastoma.

    Visita oculistica pediatrica

    Il primo approccio con il piccolo paziente è con la visita oculistica pediatrica. Si può effettuare a qualsiasi età, anche a pochi giorni di vita:

      •  Neonati: è importante effettuare uno screening neonatale entro i 3 mesi di vita. La prima visita oculistica, inoltre, deve essere svolta con particolare riguardo ai neonati ad alto rischio genetico e nei prematuri di basso peso, prima che vengano dimessi dai reparti di maternità.
      • Bambini tra 6 e 9 mesi: viene effettuato un ulteriore controllo specialistico a tutti i bambini in questa fascia d’età, in occasione del vaccino-profilassi antipoliomelitica. In seguito, i controlli sono demandati all’iniziativa di pediatri e genitori.
      • Bambini tra 2 e 3 anni: in questa fase dello sviluppo del sistema visivo è bene che la visita miri alla ricerca di eventuali vizi di rifrazione (miopia, astigmatismo, ipermetropia), di alterazioni della motilità oculare (strabismo, sindromi oculari, nistagmo) e dell’ambliopia.

    Quando è consigliabile anticipare il momento della visita oculistica?

    Se nel bambino si dovessero notare particolari comportamenti quali: lo strizzare gli occhi quando guarda lontano; la chiusura di un occhio quando guarda la luce; l’inclinazione o la rotazione della testa; fastidio per la luce intensa o sfregamento frequente degli occhi; arrossamento; lacrimazione.

    La tempestività diagnostica è fondamentale poiché, in questa fascia d’età, il sistema visivo appare ancora molto “plastico” e pertanto in grado di recuperare eventuali difetti.

    Nei casi in cui si accerti un vizio di refrazione e si provveda alla sua correzione con occhiali, questi devono essere portati sempre, nonostante la giovane età: una mancata correzione del difetto visivo, infatti, può causare un’ambliopia non più correggibile con il passare degli anni.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.