Le soluzioni - Salvator Mundi International Hospital
  • Centro di Reumatologia >  Le soluzioni

    Cura e prevenzione

    Oggi TUTTE le Malattie Reumatiche possono essere trattate e, in alcuni casi, curate. I risultati migliori si ottengono quando l’identificazione della patologia è tempestiva. La diagnosi precoce è, quindi, fondamentale ai fini del successo terapeutico e per evitare o per meglio controllare la sintomatologia dolorosa e l’invalidità. Le Malattie Reumatiche, specie quelle più severe e ad alto potenziale invalidante, vanno quindi riconosciute prima possibile in modo tale che il Reumatologo possa attuare tempestivamente il trattamento più appropriato in grado di contrastare efficacemente l’evoluzione delle diverse condizioni.

    I campanelli d'allarme

    Di seguito un decalogo di sintomi che impongono un approfondimento clinico reumatologico.

    • Dolore e gonfiore alle articolazioni delle mani o dei polsi che persiste da più di tre settimane.
    • Rigidità articolare e/o dolori generalizzati che durano più di 1 ora al mattino, dopo il risveglio, associati o meno a stanchezza.
    • Gonfiore improvviso, talvolta associato a dolore e arrossamento locale, di una o più articolazioni, in assenza di trauma.
    • Pallore delle dita delle mani in seguito a esposizione al freddo, variazioni climatiche o emozioni.
    • Sensazione di secchezza o di sabbia negli occhi associata a secchezza della bocca e a dolori articolari o muscolari.
    • Arrossamento al viso, su naso, guance o attorno agli occhi, peggiorato dall’esposizione solare anche lieve, talvolta associato a dolori articolari.
    • Nei soggetti ultracinquantenni: improvvisa comparsadi dolori diurni e notturni a entrambe le spalle e/o alle anche, talvolta associati a mal di testa e a sensazione di febbre.
    • Nelle donne in post-menopausa o nei pazienti che assumono cortisone: dolore improvviso alla schiena, più spesso dopo uno sforzo o il sollevamento di un peso.
    • Nei giovani e negli adulti: lombalgia e/o dolore di tipo sciatico fino al ginocchio, più forte durante il riposo notturno e attenuato dall’attività fisica.
    • Nei soggetti affetti da Psoriasi o con familiari affetti da Psoriasi: comparsa di dolore alle articolazioni, alla colonna vertebrale o al tallone.
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.