Le soluzioni - Salvator Mundi International Hospital
  • Centro di andrologia e sessuologia >  Le soluzioni

    Disfunzione sessuale

    Le disfunzioni legate alla sessualità e all’apparato genitale maschile non sempre hanno origini legate all’apparato genito-urinario (reni, uteri, vescica, prostata, organi riproduttori maschili esterni), ma possono avere anche cause organiche, psicologiche, inerenti lo stile di vita o l’influenza di agenti esogeni. Per questo l’equipe di Andrologia e Sessuologia di Salvator Mundi International Hospital è composta da andrologi, urologi, endocrinologi, psichiatri, neurologi, sessuologi e dietologi che eseguono trattamenti diagnostico-terapeutici integrati, tenendo sempre in considerazione i fattori che regolano la qualità della vita dell’uomo nel complesso, e di riflesso, della coppia. Componente fondamentale di una buona visita andrologica è che il paziente sia a suo agio e in una situazione di completa fiducia nei confronti del medico. La visita si avvale di un’attenta e anamnesi (storia clinica del paziente) anche per valutare la presenza di eventuali malattie concomitanti quali il diabete, la cardiopatia ischemica ed altre che possono spesso influenzare la sfera uro-genitale. Il passo successivo è un attento esame obiettivo con particolare attenzione agli organi genitali e all’addome: verrà esaminato lo stato generale, la disposizione di grasso e peluria, la consistenza e sensibilità dei testicoli, lo stato delle mammelle, del pene. Qualora poi ve ne sia la necessità si può effettuare un’esplorazione rettale al fine di valutare la prostata (dimensioni, morfologia, consistenza). Quest’ultimo è un esame banale, che richiede pochi secondi e che non risulta doloroso nella maggior parte dei casi. Per completare poi il quadro clinico ci si avvale spesso di accessibili esami di primo livello sia di tipo ematochimico/ormonale (glicemia, azotemia,creatininemia, testosteronemia ed altri) sia di tipo radiodiagnostico. Tra i principali esami strumentali ricordiamo l’ecocolordoppler dinamico penieno, l’ecografia delle vie urinarie e l’ecografia prostatica trans rettale.

    Chirurgia protesica

    L’equipe di Chirurgia Protesica Ortopedica di Salvator Mundi International Hospital offre innovative risposte sanitarie al paziente affetto da malattie articolari croniche come l’osteoartrosi all’anca.
    I sintomi di dolore durante il movimento sono dovuti alla perdita – parziale o totale – della cartilagine articolare necessaria a impedire lo sfregamento della testa del femore all’interno dell’anca. La malattia si manifesta generalmente dopo i 60 anni, ma può colpire anche persone più giovani.

    Tumori genitali

    L’unità di andrologia Salvator Mundi è specializzata nella diagnosi e cura dei tumori testicolari seminomi e non seminomi. Entrambe le forme tumorali rappresentano il 50% della casistica: i seminomi – maggiormente sensibili alla radioterapia – derivano dalla trasformazione maligna delle cellule che danno origine agli spermatozoi e sono frequenti a partire dai 40 anni. Tra i non seminomi si distinguono i carcinomi embrionali, i coriocarcinomi, i teratomi e i tumori del sacco vitellino. Il tumore del testicolo esordisce solitamente con un nodulo e un aumento di volume, o al contrario con una diminuzione. La visita andrologica, il controllo pediatrico nel bambino, e l’autopalpazione facilitano in ogni caso la diagnosi precoce. Il tumore del pene più comune è il carcinoma spinocellulare, che ha una incidenza sul 95% dei casi, e si sviluppa tra il glande e le parti interne del prepuzio. Un parametro fondamentale per sapere qual è lo stadio di progressione di un tumore è conoscerne il “grado” – quattro in totale – che consente al medico di misurare comparativamente le cellule malate e quelle sane. Tra le forme tumorali piu’ diffuse si distinguono: Neoplasie testicolari, peniene e degli annessi cutanei; Neoplasia prostatica; Neoplasia uretrale; Patologie Infettive; Uretriti; Prostatiti; Orchiti; Epididimite; Malattie sessualmente trasmesse.

    Prostata

    Iperplasia Prostatica Benigna (IPB)

    L’iperplasia prostatica benigna (IPB o BPH – benign prostatichyperplasia),è l’aumento della componente parenchimale e stromale della ghiandola prostatica e come il nome stesso suggerisce, è una patologia benigna che presenta un impatto notevole sulla salute degli uomini al di sopra dei 50 anni di età. L’incidenza di questa patologia nei reperti autoptici è praticamente nulla prima dei 30 anni mentre invece raggiunge quote dell’88% oltre gli 80 anni. E ad oggi è la causa più comune di ricorso a chirurgia nei soggetti anziani. In molti sono ancora convinti poi che l’intervento chirurgico per IPB dia le stesse complicanze che quello per Tumore prostatico, e cioè Impotenza ed Incontinenza, e ciò non è assolutamente vero, in quanto nel secondo caso si va a rimuovere l’intera ghiandola, nel primo caso, invece, si interviene semplicemente eliminando la componente ostruttiva. Con le moderne tecnologie poi si è arrivati all’enucleazione completa dell’adenoma, per via endoscopica, con tecnica laser, che permette di intervenire anche su prostate di grandi dimensioni senza più ricorrere alla chirurgia tradizionale open, e con tassi di complicanze bassissimi.

    Sessuologia e soluzioni

    Sezione di psicologia sessuologica maschile

    • Sezione RiSANI: metodo LISW, integratori personalizzati, personalizzazione dosaggio farmaci erettogeni.
    • Sezione diagnostica e terapia IPP. ESWT, iniezioni intralesionali. Integratori personalizzati.
    • Sezione Male Sexual Antiaging.
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.