Nuovi antibiotici sintetici per combattere Staphylococcus aureus e altri superbatteri - Salvator Mundi International Hospital
    • 03 MAG 18
    Nuovi antibiotici sintetici per combattere Staphylococcus aureus e altri superbatteri

    Nuovi antibiotici sintetici per combattere Staphylococcus aureus e altri superbatteri

    E’ stato scoperto un nuovo tipo di antibiotico sintetico che sembrerebbe in grado di uccidere lo Staphylococcus aureus o MRSA, un batterio particolarmente ostinato che ha dimostrato di essere resistente a diversi antibiotici e, in quanto tale, considerato una minaccia per la salute dei pazienti negli ospedali di tutto il mondo. Si tratta del risultato del lavoro di ricerca di un team di scienziati guidato da Eleftherios Mylonakis, MD capo delle malattie infettive del Rhode Island Hospital e del Miriam Hospital di Providence, oltre che professore della Alpert Medical School della Brown University. Dopo aver analizzato 82.000 diverse molecole sintetiche, due composti sarebbero risultati, almeno negli studi sui topi, efficaci contro MRSA.

    Gli scienziati del gruppo di studio hanno affermato che lo sviluppo di nuovi antibiotici che combattono l’MRSA e altri superbatteri è cruciale perché la resistenza agli antibiotici si sviluppa a un ritmo molto più rapido rispetto ai nuovi antibiotici.
    Il prof. Mylonakis afferma che mentre i batteri sviluppano la resistenza agli antibiotici in soli 2 anni, dalla scoperta di un nuovo antibiotico al suo impiego nella pratica clinica possono passare più di 10 anni.

    “Il nostro team – ha sottolineato il prof. Mylonakis – continuerà a condurre studi e approfondirà le proprie conoscenze, ma temiamo che senza l’aiuto dell’industria farmaceutica i progressi negli antibiotici si fermeranno e la resistenza continuerà a superare lo sviluppo di nuovi farmaci efficaci”.
    Leggi l’articolo di Laurie Saloman su ContagionLive per saperne di più.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.